Il trentino per i diritti umani | Una prospettiva di genere per la protezione delle e dei difensori dei diritti umani

il: 15 novembre 2018

30 novembre, dalle ore 15.00

Sala Aurora della Regione,

Palazzo Trentini, Via Manci 27, Trento

___

Il Trentino – dal recepimento da parte dellItalia delle linee guida UE sulla protezione degli attivisti e delle attiviste – si è mosso in Italia per fare la propria parte per coloro che sono impegnate/i nella tutela dei diritti umani ed ambientali nel mondo, a partire dalle Mozioni 190 e 658 rispettivamente del Consiglio provinciale e comunale di Trento, e dal seminario internazionale dello scorso 16 giugno su Human rights defenders e Shelter Cities, organizzato dal Nodo Trentino della rete In Difesa Di presso il CCI di Trento.

Proseguendo nel solco di questo percorso, il Comune di Trento – in coordinamento con le associazione del Nodo Trentino della Rete In Difesa Di, il Centro Studi Difesa Civile, il Centro di Ateneo per i Diritti Umani “Antonio Papisca” dellUniversità di Padova, nell’ambito della celebrazione dei 70 anni della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani – è lieto di invitarLa il prossimo 30 novembre al seminario internazionale “Il Trentino per i diritti umani – LAgenda Donne Pace Sicurezza “, che si terrà presso la Sala Aurora di Palazzo Trentini dalle ore 15.00 e che sarà dedicato alla conoscenza e all’elaborazione di programmi di protezione europei rivolti agli Human Rights Defenders. Con l’occasione, saranno presenti esponenti del Governo Basco e del programma olandese Justice and Peace, nonché difensore e difensori dei diritti umani ed ambientali provenienti da Honduras, Congo e un rappresentante dei giornalisti minacciati nel mondo.

L’incontro si inserisce nella settimana che il Nodo Trentino In Difesa Di dedica a coloro che difendono e lottano per il rispetto dei diritti umani, e che dal 29 novembre fino al 5 dicembre, proporrà workshop, seminari ed incontri pubblici per i 20 anni della Dichiarazione sul diritto e la responsabilità degli individui, dei gruppi e degli organi della società di promuovere e proteggere le libertà fondamentali e i diritti umani universalmente riconosciuti.


PROGRAMMA:

LAGENDA DONNE, PACE E SICUREZZA E IL PIANO DAZIONE NAZIONALE ITALIANO

Ore 15.00 – Accoglienza partecipanti


Ore 15.15 – Introduzione ai lavori

  • Luisa Del Turco, Centro Studi Difesa Civile
  • Mario Raffaelli, Centro per la Cooperazione Internazionale (CCI)

Ore 15.30 – Saluti istituzionali

  • Alessandro Andreatta, Sindaco di Trento

Ore 16.00 – 17.00

LA SOCIETÀ CIVILE IN DIFESA DEI DIRITTI UMANI

  • Modera Chiara Sighele, Centro per la Cooperazione Internazionale
  • Francesca Caprini, Associazione Yaku
  • Sebastiaan van der Zwaan, programma Shelter Cities Olanda
  • Christian Schult, European Centre for Press and Media Freedom (ECPMF)

Ore 17.00 – 18.30

TESTIMONIANZE DI DIFESA DEI DIRITTI UMANI

  • Modera Elisa Rapetti, Centro per la Cooperazione Internazionale
  • Arsène, programma Shelter Cities – RDC
  • Nohemí , CEAR Euskadi- Honduras
  • Gemma, ECPMF – Ireland

Ore 18.30 – 19.30

RISOLUZIONE 1325 E PROTEZIONE DELLE E DEI DIFENSORI: QUALI SPAZI COMUNI E SINERGIE?

  • Modera Luisa Del Turco, Centro Studi Difesa Civile
  • Arsène, Shelter Cities – RDC
  • Violetta Plotegher, Nodo Trentino rete In Difesa di
  • Monika Hernando Porres, Governo Basco
  • Suzan Goes, Justice and Peace

 

Liniziativa è prevista nellambito del progetto Donne Diritti Umani e Processi di Pacepromosso dal Centro di Ateneo per i Diritti Umani “Antonio Papisca” dellUniversità di Padova e dal Centro Studi Difesa Civile, con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, per lattuazione del Piano dAzione Nazionale dellItalia su “Donne Pace. E’ appoggiato altresì dal progetto “Il Trentino per i diritti umani” promosso da Associaione Yaku.