fran

This author Francesca Caprini has created 87 entries.

MUJERES POR LA PAZ EN COLOMBIA

Per i diritti umani ed ambientali. Dal 20 febbraio al 20 aprile. Mujeres por la Paz in Colombia Per tessere reti. A fianco dei movimenti e le comunità in conflitto. Dalle donne, e dalla visione femminile, per costruire processi di cambiamento e contribuire al processo di Pace in Colombia. Alla solidarietà delle istituzioni, con il Forum Trentino per la Pace ed i diritti Umani del Trentino e l’Assessorato all’università e ricerca, politiche giovanili, pari opportunità, cooperazione allo sviluppo.  Il 24 febbraio

ASSASSINATO LEADER AMBIENTALISTA NEL CAUCA (COLOMBIA)

Ennesimo assassinio di un leader ambientalista in Colombia. E la mattanza – dalla firma degli accordi di pace fra governo e FARC dello scorso autunno – supera i 120 morti fra difensori dei diritti umani, ambientaliste/i, attiviste/i. Facciamoci sentire anche dall’Italia, nelle sedi istituzionali, senza se e senza ma. Yaku sarà in Cauca dal 4 al 20 marzo e in Colombia fino al 15 aprile. Riportiamo la notizia direttamente dal sito http://www.contagioradio.com/asesinan-a-lider-ambientalista-en-cauca-articulo-36530/ Il 18 Febbraio Faiver Ceron Gomez, Il Presidente della

Drammatici dati sulla situazione dei diritti umani in Colombia

Security Situation for Human Rights Defenders in Colombia Continues to Deteriorate WOLA (The Washington Office on Latin America) has gathered a list of emergency cases that currently affect defenders in Colombia. In the last few months, a wave of violence has targeted social leaders, indigenous leaders, land-rights activists, and human rights defenders. The list includes murders, assassination attempts and threats. Today we write to ask that you intervene in the following human rights situations: Front Line Defenders’ Annual Report Confirms Difficult

#SOYGÉNESIS – 20 anni

  A venti anni dal massacro congiunto di paramilitari ed esercito regolare, i movimenti colombiani e internazionali si ritrovano in Cacarica, nel Chocò colombiano per ricordare e pensare insieme un nuovo futuro. Nelle difficoltà del processo di pace, a partire dalla memoria e dalla dignità di quanti costruiscono la pace, una delegazione di Yaku è stata invitata all’incontro, dal 24 al 27 febbraio, per unire percorsi e vicinanze comuni, da una parte all’altra del mare. Di seguito il comunicato delle comunità

Nella Colombia por la Paz, la tragedia dei Nonam che si ripete

Dalle sei di martedì mattina 21 famiglie indigene Nonam hanno inziato il triste abbandono delle proprie capanne, a causa delle continue operazioni armate criminali e di tipo neoparamilitare che da due settimane continuano a svolgersi nel loro territorio, dichiarato Resguardo Humanitario y Biodiverso (Riserva umanitaria e biodiversa)  Santa Rosa de Guayacán nella regione colombiana del Bajo Calima. Eravamo stati dai Nonam, comunita’ indígena colombiana gia’ fortemente a rischio estinzione, nel 2013 in occasione di un’operazione umanitaria svoltasi insieme a PBI e

Strasburgo approva il CETA: ora pressione sull’Italia

Stop TTIP Italia: «Socialdemocratici e popolari irresponsabili. Adesso l’Italia deve respingere l’accordo tossico» ROMA, 15 FBBRAIO 2017 – Il Parlamento Europeo ha appena deciso di ratificare il CETA con 408 voti a favore e 254 contrari. Nonostante una spaccatura profonda nel partito socialdemocratico, l’accordo con il Canada è stato approvato. Per la parte di competenza europea, entrerà provvisoriamente in vigore senza attendere il vaglio di 38 Parlamenti nazionali in 28 Stati membri. Il loro pronunciamento è comunque una vittoria della società

16 febbraio 2017: un giorno triste per Roma

Questa mattina i vigili inviati dal dipartimento patrimonio del comune di Roma sono entrati nella sede del Forum Italiano dei movimenti dell’acqua e delle altre associazioni con sede presso il Rialto Sant’Ambrogio a Roma, impedendo l’accesso a tutti coloro che da anni quotidianamente fanno vivere uno spazio altrimenti abbandonato. È qui che si è fatta la storia del movimento dell’acqua che ha portato alla vittoria del referendum del 2011, spesso rivendicato dalla stessa giunta Raggi e dal Movimento 5 stelle.. evidentemente