Yaku

This author yaku onlus has created 18 entries.

COMUNICATO STAMPA – Conferenza stampa del 29 novembre 2019

Presentazione della rassegna “il Trentino per i diritti umani” dal 29 novembre al 4 dicembre 2018 Settimana dedicata alla difesa delle e dei Difensori dei Diritti Umani a cura del Nodo Trentino della rete In Difesa Di Le associazioni della rete In Difesa Di del Trentino, insieme al Comune di Trento con l’Assessore Corrado Bungaro, al Forum Trentino per la Pace ed i Diritti Umani, il Centro Cooperazione Internazionale e l’Osservatorio Balcani e Caucaso, hanno presentato questa mattina giovedì 29 novembre,

Colombia: pronto il decreto che difende i leader sociali

Il governo ha emanato un decreto che istituisce un piano per proteggere i difensori. Una commissione, composta dalla presidenza, dai ministeri dell’Interno, della Difesa e giustizia, dal comandante delle forze militari, dai direttori di polizia e della Unidad Nacional de Proteccion (UNP), dall’Alto Commissionato per la pace, dal Pubblico Ministero, dalla Procura ed altre istituzioni dello stato, sarà incaricata di garantire la protezione dei leader sociali nel paese. Questo lunedì (ndr 19 novembre) il presidente Ivan Duque ha anticipato così il

Azione di polizia in corso presso la facoltà umanistica di UniCauca.

Lunedì 19 novembre 2018 il governo colombiano, con a capo il presidente Ivan Duque, ha a http://www.yaku.eu/wp-content/uploads/2018/11/VID-20181123-WA0007.mp4 cconsentito di ritornare ai tavoli di trattativa con gli studenti delle università pubbliche colombiane, dopo che quest’ultimi hanno organizzato circa 40 giorni di sciopero ad oltranza contro i tagli apportati al diritto allo studio. Lo sciopero è stato indetto per reclamare un’istruzione pubblica e gratuita e per sollecitare un maggior investimento da parte del governo nei confronti del settore educazione, abbassando il livello di

Guatemala | Condannato a 7 anni di carcere il leader maya del movimento di resistenza contro il progetto idroelettrico sul fiume Cahaboner

Il leader maya-q’eqchi Bernardo Caal Xol, è stato condannato a 7 anni di carcere con l’accusa di essere il leader di movimento di resistenza contro il progetto idroelettrico sul fiume Cahabon a Altaa Verapaz. Il difensore è accusato dei reati di furto aggravato e istigazione a delinquere. La difesa di Bernardo Caal Xol afferma con decisione che le accuse mosse contro il difensore dell’ambiente sono completamente senza fondamenta. Il “reato” compiuto da Caal è quello di aver denunciato la concessione di

Il Messico si impegna a proteggere i difensori dell’ambiente con l’accordo di Escazù.

Il  cancelliere  Luis  Videgaray  ha  firmato  l’accordo  a  nome  del  governo  messicano  CITTA` DEL  MESSICO  –  Con  la  firma  dell’accordo  di  Escazù,il  Messico,  principale luogo  di  aggressioni  nei  confronti  dei  difensori  ambientali,  si  è  esposto  nel  garantire  maggiore  giustizia  in  materia  di  diritto  ambientale,  sia  nel  proteggere  gli  attivisti,  sia  nell’assumere  ed  implementare  azioni  e  provvedimenti  appropriati  “per  prevenire,  investigare  e  sanzionare  attacchi,  minacce  e  intimidazioni”  nei  loro confronti. Secondo  il  Centro  Mexicano  de  Derecho  Ambiental  (CEMDA),  nel  periodo  da  luglio 

VISION AMAZONIA: COMBATTENDO LA DEFORESTAZIONE IN COLOMBIA CON L’APPOGGIO TEDESCO.

Ogni 6 novembre si celebra la giornata mondiale per la prevenzione allo sfruttamento dell’ambiente nelle situazioni di guerra e conflitto armato. In Colombia il post conflitto ha provocato l’aumento di questo fenomeno. Secondo il programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (PNUMA), almeno il 40% dei conflitti interni registrati negli ultimi 60 anni hanno avuto una relazione con lo sfruttamento delle risorse naturali, sia per quanto riguarda il loro valore, come per il legno, i diamanti, l’oro, i minerali o il petrolio,

Il trentino per i diritti umani | Una prospettiva di genere per la protezione delle e dei difensori dei diritti umani

30 novembre, dalle ore 15.00 Sala Aurora della Regione, Palazzo Trentini, Via Manci 27, Trento ___ Il Trentino – dal recepimento da parte dell’Italia delle linee guida UE sulla protezione degli attivisti e delle attiviste – si è mosso in Italia per fare la propria parte per coloro che sono impegnate/i nella tutela dei diritti umani ed ambientali nel mondo, a partire dalle Mozioni 190 e 658 rispettivamente del Consiglio provinciale e comunale di Trento, e dal seminario internazionale dello scorso

Servizio civile 2018 a Yaku!

Yaku Onlus seleziona entro il 28 settembre volontari per il servizio civile nazionale, da svolgersi a partire da ottobre nella sede dell’associazione, in Via Fratelli Fontana a Trento. Ci occupiamo di difesa dei beni comuni attraverso percorsi di sensibilizzazione nelle scuole e sul territorio, progetti di cooperazione internazionale e costruzione di eventi pubblici. Lavoriamo in particolare in Colombia e Bolivia, con attività di sostegno a comunità indigene e contadine, con particolare attenzione alla difesa dell’acqua e dei territori come beni comuni,

Yaku alla Settimana della Gentilezza

Yaku parteciperà alla “Settimana della Gentilezza“, una serie di incontri ed eventi che si svolgeranno dal 24 al 30 settembre 2018 a Canova, rivolti alla comunità. In particolare, martedì 25 settembre alle ore 20.00 l’Associazione Yaku sarà alla Casetta Centro Aperto con un intervento che spazierà “Dai conflitti alla solidarietà per una giustizia ambientale e sociale”, approfondendo storie di cura e responsabilità verso i beni comuni. Sarà un’occasione anche di conoscere le attività e i percorsi che Yaku sta portando avanti

Come difendere i difensori dei diritti umani: il workshop internazionale a Trento

  COMUNICATO STAMPA Sabato 16 giugno si terrà presso il Centro Cooperazione Internazionale di Trento il workshop internazionale “Come difendere i difensori dei diritti umani”, promosso dalla Provincia Autonoma di Trento in coordinamento con la rete In Difesa Di del Trentino e nazionale.   Nel solco dell’attuazione della Mozione 190 sulla protezione dei difensori e difensore dei Diritti Umani, il workshop vedrà la partecipazione di rappresentanti del progetto Shelter Cities olandese, del Governo Basco e del programma di Protezione di CEAR Euskadi