G20, L’OMBRA DELLA SIRIA SUL VERTICE DI SAN PIETROBURGO

Fino a qualche settimana fa sarebbe dovuto essere il “solito” G20, in cui si parla di questioni economico-finanziarie. Invece il probabile intervento militare americano in Siria ha conquistato la ribalta, al di là dei contenuti formali dell’agenda dei lavori. Come confermato dagli incontri dell’altra notte, nessuno intende recedere dalle proprie posizion i, ovvero la maggioranza dei paesi del G20, Russia in testa, non ha nessuna intenzione di avallare i piani americani. Sugli altri temi le divisioni sono meno nette, ma di