Referendum Acqua Bene Comune

A Roma prove tecniche di repressione contro la democrazia dell’acqua

Martedi 13 giugno 2017, a Roma, si è conclusa  la due giorni promossa dal comitato dell’acqua romano, (CRAP) a 6 anni dalla storico referendum contro la privatizzazione dell’acqua:  27 milioni di persone  l’ 11 giugno  2011 si sono espresse a favore dell’acqua pubblica. Gli anni sono passati ma è ancora vivo e ben radicato il germe del Bene Comune, simboleggiato dall’acqua e dalle pratiche di analisi e resistenza che hanno collettivamente arricchito il percorso pre-referendario e post-voto, contro le privatizzazioni e

Da Zanotelli al DDL Madìa per difendere la vita.

Martedì 29 marzo alle ore 17.15 presso l’auditorium del Brione a Rovereto, Padre Alex Zanotelli incontrerà il pubblico trentino ragionando su: “Un Futiuro senz’acqua? Dall’Enciclica di Papa Francesco ai rischi legati al progetto TAV e alle trivellazioni in mare”. Lo stesso giorno verrà votata la Legge di Iniziativa Popolare sull’acqua pubblica alla Camera: quella Legge che un atto di prepotenza da parte del Governo Renzi ha stravolto.

La legge sull'acqua non è più la nostra

Martedì 15 marzo la Commissione Ambiente della Camera ha stravolto la legge di iniziativa popolare sopprimendo la possibilità di promuovere i processi di ripubblicizzazione della gestione dell’acqua nel nostro Paese. Il Forum italiano dei movimenti per l’acqua ha chiesto al M5s e a SEL di ritirare le loro firme a sostegno della legge in una lettera (Leggi)

Il Senato approva il DDL Madia

Un nuovo attacco ai referendum sull’acqua e i servizi pubblici Il 30 aprile il Senato ha approvato il disegno di legge delega Madia sulla pubblica amministrazione. Un nuovo attacco all’esito referendario consegnando di fatto una delega in bianco al Governo con precise indicazioni volte al rilancio della privatizzazione dell’acqua e dei servizi pubblici locali.

De aguas somos, Eduardo Galeano e lo specchio d'acqua

Eduardo Galeano se n’è andato. Ci ha insegnato a lottare, senza perdere il sorriso. Si regalava ai giovani molto più che ai media mainstream o alle case editrici. Ha accompagnato il referendum dell’Acqua in Italia con le sue parole e una poesia, regalata a Yaku nel 2011, per aprire il libro “La visione dell’Acqua”.

Referendum Acqua: un'altra vittoria per la ripubblicizzazione

Un altro Giudice di pace dà ragione ai cittadini. Anche ad Arezzo il gestore dovrà restituire i profitti illegittimamente riscossi in bolletta ai cittadini. Il referendum per una gestione pubblica e partecipativa del servizio idrico di giugno 2011 ha stabilito l’abrogazione della cosiddetta “remunerazione del capitale investito” dalle bollette idriche degli italiani. I gestori non si sono adeguati a questa disposizione e l’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas (AEEG) ha avviato un vero e proprio boicottaggio agli esiti del referendum.