fran

This author Francesca Caprini has created 184 entries.

Non c’è più condizionale, non c’è più Santiago

Abbiamo dovuto togliere i condizionali, i punti di domanda, i forse, che avevamo prudentemente usato negli ultimi articoli, per seguire l’evoluzione della vicenda del giovane Santiago. Il corpo ritrovato tre giorni fa nel fiume Chubut, in Patagonia, è il suo UFFICIALE: È di Santiago Maldonado il corpo ritrovato nel Rìo Chubut. Santiago è morto perché difendeva le comunità mapuche in resistenza contro l’usurpatore diterre Benetton. A 78 giorni dalla sua sparizione forzata il suo corpo è stato fatto ritrovare a pochi

Santiago Maldonado: cronaca di un assassinio annunciato?

Dopo 79 giorni di ricerca, è giunta la conferma  in Argentina del ritrovamento di un corpo senza vita che potrebbe appartenere a Santiago Maldonado, il ragazzo argentino di 28 anni scomparso il 1 agosto durante una manifestazione a favore della popolazione Mapuche nella provincia del Chubut, in Patagonia. L’ufficio del procuratore argentino della cittadina di Esquel, nella Patagonia argentina, ha dichiarato 48 ore fa il ritrovamento di un corpo nel fiume Chubut,  a circa 300 metri dal luogo dello scontro del

In Colombia l’ELN fa tacere le armi

Con un comunicato ufficiale l’Esercito di Liberazione Nazionale ELN ha annunciato la cessazione bilaterale del conflitto fino al 9 di gennaio. Un passo in avanti verso la pace in Colombia, dopo la firma degli Accordi di Pace fra Governo di Juan Manuel Santos e del primo esercito guerrigliero FARC-EP (Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia). Il comandante dell’Esercito di Liberazione Nazionale (ELN) Nicolàs Rodrìguez Bautista ha ordinato lo scorso primo di ottobre, la cessazione immediata di qualsiasi attività  offensiva per adempiere all’accordo

Mercoledì 4 ottobre a Roma Amnesty International e Yaku per la campagna Coraggio

Difensori e difensore dei diritti umani sotto attacco: COLOMBIA Dall’ultimo rapporto di Amnesty in Colombia, il governo e il gruppo della guerriglia FARC hanno raggiunto un accordo di pace ratificato dal congresso a novembre. Questo ha segnato la fine ufficiale di 50 anni di conflitto armato tra le due parti, dopo 4 anni di negoziati. Tuttavia c’è stato un aumento delle uccisioni di difensori dei diritti umani, compresi i leader nativi, afroamericani e contadini. Attivisti che subiscono persecuzioni, intimidazioni e violenze.

3×3 CIAK – CHAT – TREK, dal 6 ottobre riflessioni su risorse e stili di vita

Venerdì 6 ottobre alle ore 18.30 presso la Sala Spazio Alpino della SAT, in Via Manci 57 a Trento, parte il progetto 3×3 Ciak-Chat-Trek, che le associazioni trentine Yaku, Humus e Richiedenti Terra offrono: tre appuntamenti ognuno con un film, una dibattito e una passeggiata, per riflettere sulla difesa delle risorse, dell’ambiente, sui nostri stili di vita. Ciak: Si parte con Yaku e “Dighe ed idroelettico: la difesa dell’acqua dalle Ande alle Alpi” e la visione del film DamNation  di Ben

Colombia, le armi in cambio della parola

Dopo 41 anni le FARC lasciano la vita militare e formano un partito politico Articolo uscito su  La Repubblica Online  “Entro il 20 giugno l’ONU riceverà tutti i nostri armamenti – dicono i vertici delle FARC – da quella data la nostra unica arma sarà la parola”. Un processo iniziato con la firma degli accordi di pace fra il primo esercito guerrigliero della Colombia e il governo del presidente Juan Manuel Santos di FRANCESCA CAPRINI QUIBDO’ (dipartimento del Chocò, Colombia) –