Verso Trento Città In Difesa Di

Caricamento Eventi

IN DIFESA DI – Per città solidali, al fianco delle persone difensore

PER PARTECIPARE AGLI INCONTRI SU ZOOM:

Il 23 e 30 aprile con un doppio appuntamento seminariale il Nodo Trentino della rete IDD prosegue il percorso verso la costituzione di  Trento come prima shelter cities –  “Città In Difesa Di”, approfondendo aspetti duri ed attuali come la criminalizzazione della solidarietà e la privatizzazione dei beni comuni.

Fra gli ospiti del primo incontro Padre Alex Zanotelli che ci parlerà della quotazione in borsa dell’acqua; Francesco Martone della rete In Difesa Di, che dall’Ecuador testimonia la lotta dei difensori della Terra; Yohana Lopez di Justicia y Paz Colombia, Francesca Nugnes di PBI, sull’aumento delle violazioni di diritti umani in Colombia, ma anche gli strumenti di organizzazione e resistenza delle comunità;  con Stefano Bleggi e Meltin Pot Europa, insieme a RiVolti ai Balcani, i racconti e le denunce verso chi aiuta migranti e rifugiati in Italia. E i contributi di municipi catalani e la rete REDS di Barcellona, già impegnati come territori In Difesa Di, al fianco di chi difende i diritti nel mondo. SCARICA QUI LA LOCANDINA

Aprirà l’incontro, il Sindaco di Trento

Franco Ianeselli, con delega ai Diritti Umani. 

Essere “In Difesa Di” significa stare al fianco di difensore e difensori di diritti umani ed ambientali, nel mondo e in Italia: centinaia di attiviste/i, docenti, avvocatesse/ti, giornalisti, leader comunitari ed indigeni, vengono ogni giorno minacciate/i ed uccise/i per le loro attività politiche e di salvaguardia.

Chiunque sia in lotta per una giusta causa e venga per questo minacciato od ucciso, ha bisogno di solidarietà ed azioni concrete. Per questo anche in Italia, ed anche in Trentino, ci si è attivati fra società civile ed istituzioni, per costruire spazi e programmi idonei per stare al fianco di chi difende i diritti di tutti e della Natura.

La Rete In Difesa Di – composta da oltre 40 organizzazioni e reti italiane – da anni è impegnata in percorsi di collaborazione ed appoggio con gli HRD – Humans Right Defenders, ovvero chi nel mondo e in Italia è  impegnato nella difesa e promozione dei diritti umani ed ambientali.

La piattaforma delle associazioni trentine – organizzata nel Nodo Trentino IDD – si occupa dal 2018 di costruire percorsi e formazione per la costruzione di Trento Città In Difesa Di. Dal 2020, il Centro per la Cooperazione Internazionale di Trento ha ricevuto mandato dal Comune di Trento per essere referente istituzionale di questo percorso.

Le organizzazioni partecipanti non hanno mai derogato alla denuncia delle cause che provocano violenze e violazioni dei diritti nei territori, indagando lo stretto legame che connette il sistema iperestrattivista e l’accaparramento di risorse con le tematiche di genere, la libera informazione, il libero pensiero.

Con queste ultime parti seminariali – realizzate in collaborazione con Centro di Ateneo per i Diritti Umani dell’Università degli Studi di Padova, Terra Nuova, Un Ponte Per , con il contributo dell’Otto per Mille della Chiesa Valdese e il sostegno della Provincia Autonoma di Trento – vogliamo aggiungere alcuni tasselli al complesso mosaico in cui ci muoviamo quando parliamo di difesa delle e dei difensori dei diritti umani (HRD – Human Rights defenders): dopo aver affrontato a novembre, fra le altre questioni, la forte pressione della dimensione pandemica sull’aumento di minacce e di assassinii mirati contro HRD, vogliamo con questo incontro evidenziare la questione della criminalizzazione della solidarietà, e la sua connessione con la finanziarizzazione delle risorse, a partire dall’acqua.

La quotazione in borsa dell’acqua – dello scorso 7 dicembre – è l’emblema della privatizzazione della vita, e viola i diritti umani. E’ direttamente responsabile di guerre, carestie, migrazioni e sfollamenti forzati di intere popolazioni. Chi si oppone all’accaparramento delle risorse vitali, e alla difesa di territori e culture, viene minacciato o ucciso. Chi difende le e gli attivisti, viene criminalizzato. Chi fugge dalle conseguenze della scarsità e della privazione dell’acqua, viene incarcerato, e così, chi si mette coscientemente dalla loro parte.

Un aspetto preoccupante del momento storico che stiamo vivendo, è dunque la criminalizzazione di una solidarietà che possiamo definire militante, attenta alle radici politiche ed economiche dei fenomeni di impoverimento e di conflitto sociale.

Nella seconda parte del seminario – prevista per venerdì 30 aprile – a partire dal focus sul “laboratorio Colombia” con Peace Brigades international e Justicia y Paz Colombia e si analizzeranno soluzioni, pratiche e metodologie verso la costruzione di un osservatorio europeo con le finalità di promuovere Diritti Umani e la giustizia globale, promuovere della diversità culturale e lotta contro la discriminazione, promuovere alternative socioeconomiche trasformatrici.

PROGRAMMA

Primo incontro: Venerdì 23 aprile ore 17.30 – 19.30

 
 

ACQUA E SOLIDARIETÀ’

Le restrizioni alle azioni di chi difende i diritti umani e i beni comuni. 

 
PROGRAMMA
 APERTURA E SALUTI ISTITUZIONALI
  • Saluti del Sindaco di Trento Franco Ianeselli con Delega Diritti Umani
  • Introduzione a cura di Yaku e Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani: visione ed azioni del Nodo Trentino In Difesa Di: verso  Trento – Città in Difesa Di
SOLIDARIETA’ E CRIMINALIZZAZIONE DELLE E DEI DIFENSORI DEI DIRITTI UMANI E DEI BENI COMUNI 
  • Acqua in borsa e diritti umani. Con Padre Alex Zanotelli
  • Criminalizzazione della solidarietà e dei difensori della terra. Con Francesco Martone, portavoce della rete IDD, in diretta dall’Ecuador
  • Criminalizzazione in Italia, con Stefano Bleggi, Progetto MeltingPot Europa
  • Michele Guerra– Ospiti in Arrivo ONLUS – Rete RiVolti ai Balcani: le testimonianze di chi lotta per le condizioni di vita di migranti e rifugiati lungo la rotta balcanica.
per approfondimenti su Criminalizzazione della solidarietà clicca QUI

Secondo incontro – Venerdì 30 aprile – ore 17.30 – 19.30

 
  LINK ZOOM: https://zoom.us/j/98076791802
PER UNA GIUSTIZIA GLOBALE: STRUMENTI ED INIZIATIVE 
STRUMENTI E INIZIATIVE, A FIANCO DELLE RESISTENZE IN COLOMBIA
  • Solidarietà internazionale per una giustizia globale. Con il Nodo Trentino In Difesa Di
  • Solidarietà minacciata in Colombia. Con Yohana Lopez, Presidente Commissione Interecclesiale di Justicia y Paz Colombia
  • L’azione di Peace Brigades International in Colombia. Con Francesca Nugnes, PBI Colombia
  • Il “Genocidio Colombiano” – Simona Fraudatario – tribunale Permanente dei Popoli
DAGLI ENTI LOCALI ALL’EUROPA: AZIONI CONCRETE PER UNA CITTÀ IN DIFESA DI
  • L’impegno della Rete In Difesa Di in Europa; le connessioni con l’ANCI, gli enti locali e il Centro Diritti Umani di Padova. Con Selene Greco, Un Ponte Per
  • Verso un osservatorio europeo di “Città in Difesa Di”. Con Natalia Biffi, REDS- Solidariedad Para la Transformacion Social (Barcelona)
  • Manuel J. Pérez Galé – Cap de la Unitat de Cooperació, Solidaritat, Pau, Mediació i Restauració Comunitària Ajuntament de Sant Boi de LlobregatEsperienze di accoglienza di Human Rights Defenders nella Rete delle Città Catalane – Spagna
  • Meccanismi per persone difensore dei diritti umani in EU, con Laura Battistin – PROTECT  DEFENDERS
  Iniziativa promossa nel quadro del progetto “Città in Difesa Di”, finanziato dall’Ufficio Otto per Mille della Tavola Valdese (www.ottopermillevaldese.org) e promosso da Terra Nuova – Centro per la Solidarietà e la Cooperazione tra i popoli, insieme alle associazioni Yaku, Un Ponte per e Centro Diritti Umani dell’Università di Padova “Antonio Papisca”, appartenenti alla Rete In Difesa Di – per i diritti umani e di chi li difende.


Event Details

  • Location
  • Date 19 Aprile 2021 - 30 Aprile 2021
  • Time 8:00 am - 5:00 pm

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.