Le vittime del cambiamento climatico. Rifugiati ambientali in fuga e senza protezione

Le vittime del cambiamento climatico. Rifugiati ambientali in fuga e senza protezione

Il nesso tra migrazioni e cambiamento climatico è tutt’altro che facilmente quantificabile e il grave peggioramento delle condizioni ambientali rappresenta uno degli elementi che possono determinare una migrazione forzata, ma non necessariamente l’unico..

read more
In Cile i Mapuche vincono Enel

In Cile i Mapuche vincono Enel

In Cile nuova vittoria contro lo strapotere di Enel: fermato il progetto idroelettrico sul lago Neltume, la ragione alla lotta senza sconti del popolo indigeno Mapuche, che non ha mai ceduto nononstante difficoltà ed intimidazioni.

read more
Le belle storie di natale che salvano i fiumi e riaccendono le speranze

Le belle storie di natale che salvano i fiumi e riaccendono le speranze

El Quimbo, la megadiga che Enel stava costruendo in Colombia fra proteste e violenze, va chiusa: lo dice la Corte Costituzionale colombiana, dando ragione alle comunità e ai movimenti che da anni si battono per avere giustizia e difendere il proprio territorio e la bellezza del Rio Magdalena.

read more
a Parigi la COP21 verso i -2°C. La Conferenza Climate Change in un Clima difficile.

a Parigi la COP21 verso i -2°C. La Conferenza Climate Change in un Clima difficile.

A Parigi va in scena dal 30 novembre all’11 dicembre COP21: è un appuntamento storico per fermare i cambiamenti climatici. Tutti i Paesi hanno presentato obiettivi di riduzione delle emissioni, anche se non bastano a contenere entro i 2° C l’aumento delle temperature medie globali. Il contributo di Atreconomia

read more

Acqua

L’ago dell’acqua e la bilancia climatica

L’ago dell’acqua e la bilancia climatica

Dall’ultimo numero di Granello di sabbia di Attac Italia, le riflessioni post COP 21 di Parigi


gen 11, 2016 12:23
Territori

Idroelettrico: tanto tuonò che non piovve

Idroelettrico: tanto tuonò che non piovve

Nel Bellunese i comitati per l’Acqua Bene Comune, insieme alle Regole e al WWF, incassano lo stop della regione Veneto alle nuove centraline idroelettriche. Fatte passare per neonato istinto ambientalista, sono la risposta dovuta alle mobilitazioni dal basso, corredati dai ricorsi alla Commissione Europea, al Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche, all’ISPRA.


gen 11, 2016 15:19
Approfondimenti

Verso un’altra visione del mondo. L’intervista a Mattei.

Verso un’altra visione del mondo. L’intervista a Mattei.

Intervista ad Ugo Mattei, fra i relatori del terzo incontro della Scuola dell’Acqua, venerdì 13 novembre con la Scuola di Studi Internazionali dell’Università di Trento.


nov 12, 2015 9:16
Iniziative

4 dicembre Tavola Rotonda a chiusura del ciclo di incontri “La Scuola dell’Acqua e dei beni comuni”

4 dicembre  Tavola Rotonda a chiusura del ciclo di incontri   “La Scuola dell’Acqua e dei beni comuni”

4 dicembre
Tavola Rotonda a chiusura del ciclo di incontri “La Scuola dell’Acqua e dei beni comuni” ore 15.00 – 19.00 Centro di Formazione alla Solidarietà Internazionale – Vicolo San Marco, 1, Trento.”Cooperazione Internazionale e Beni Comuni: sfide e obiettivi”Dalle pratiche dal basso alla COP21 di Parigi.


nov 30, 2015 13:25

Editoriali e Comunicati

19 novembre La Scuola dell’Acqua laboratorio su Informazione e conflitti

19 novembre La Scuola dell’Acqua laboratorio su Informazione e conflitti

La Scuola dell’Acqua e dei Beni Comuni giovedì 19 novembre a Trento parla d’informazione. E lo fa con Parigi negli occhi, nel cuore, nella penna.

Il movimento per l’acqua verso ed oltre la COP 21 di Parigi

Il movimento per l’acqua verso ed oltre la COP 21 di Parigi

Dal 30 novembre all’11 dicembre 2015 si terrà a Parigi la 21° Conferenza delle Parti dell’ONU sui Cambiamenti Climatici. Si tratta di un’importante occasione per rimettere al centro dell’agenda politica nazionale e internazionale i temi che riguardano il modello di gestione delle risorse, la tutela ambientale, i diritti delle comunità, la difesa dei beni comuni e, più in generale, il sistema economico.

Ombrina:conferenza dei servizi riconvocata per il 9 novembre al Ministero dello Sviluppo Economico

Ombrina:conferenza dei servizi riconvocata per il 9 novembre al Ministero dello Sviluppo Economico

INACCETTABILE PRESENTARSI SENZA IL PARCO MARINO APPROVATO.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha convocato per lunedì 9 novembre 2015 a Roma, presso il Ministero stesso, una nuova conferenza dei servizi per esaminare il progetto Ombrina.

Il Consiglio regionale abruzzese rinuncia al Parco Marino

Il Consiglio regionale abruzzese rinuncia al Parco Marino

No Ombrina: incredibile rinunciare al Parco marino e ai suoi vincoli di salvaguardia. Rockhopper ringrazia. D’Alfonso e Mazzocca giocano sul futuro degli abruzzesi. Mercoledì tutti a Roma, diversi gli autobus dall’Abruzzo e dalle Marche. (leggi il comunicato del coordinamento No Ombrina)

I bastoni tra le ruote o i tralicci in mezzo alle vasche?

I bastoni tra le ruote o i tralicci in mezzo alle vasche?

Il Cipe finanzia con 54,8 milioni di euro le vasche di espansione del fiume pescara per le alluvioni ma ora in mezzo ci sono 4 piloni del nuovo elettrodotto. la pazza storia dell’elettrodotto villanova-gissi sempre piu’…pazza. (leggi il comunicato del Forum abruzzese dei movimenti per l’acqua)

Per il diritto all’acqua, contro i distacchi di Acea

Per il diritto all’acqua, contro i distacchi di Acea

Incontro di autoformazione degli sportelli antidistacco venerdì 16, ore 17.30, Cinema Palazzo A Roma, anche quest’anno,prima della chiusura del bilancio annuale di Acea Ato2 SpA si abbatteranno decine di migliaia di distacchi idrici.Saranno lasciati senz’acqua interi condomini, spesso per disguidi burocratici, altre volte per insolvenza di tariffe in costante aumento.